Se siete a Innsbruck e volete trascorrere qualche ora nel verde, senza allontanarvi troppo dalla città, potreste fare una visita all’orto botanico e alla casa delle farfalle. Si trova nel quartiere di Hötting, esposto a sud, ai piedi della Nordkette. Il parco è raggiungibile dal centro con gli autobus delle linee A e H in circa 15 minuti.
Scendete alla fermata ‘Botanikerstraße’ e prendetevi qualche ora per ammirare piante, fiori e farfalle. È un’esperienza piacevole, rilassante e consigliata anche per i bambini.

Uno scorcio dell'orto botanico di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

Uno scorcio dell’orto botanico di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

L’orto botanico di Innsbruck

L’orto botanico fa parte dell’Università di Innsbruck e si trova vicino all’istituto di Botanica. Dal 1906 è aperto ai visitatori che possono così ammirare le oltre 7mila piante che vengono coltivate qui e che provengono da diverse zone climatiche.
Il giardino si trova a circa 600 m sul livello del mare e si sviluppa su un’area di ben due ettari. Tra specchi d’acqua, alberi meastosi, fiori e cespugli è il luogo ideale anche solo per fare una breve passeggiata, sedersi su una panchina, leggere un libro o fare due chiacchiere. Infatti è principalmente frequentato da locali.

Una delle serre dell'orto botanico di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

Una delle serre dell’orto botanico di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

L’area alpina con oltre 1.000 specie

Un’area del parco chiamata ‘Alpinum’ è dedicata interamente alle piante di montagna. Sono circa 1.000 le specie che vengono coltivate qui e che sono originarie dei principali gruppi montuosi della terra. È possibile così vedere piantine che vengono dalle Alpi, dai Pirenei, dai Balcani, dall’Asia e persino dell’America del Nord. Chiaramente tutte le piante hanno anche il loro bel cartellino col nome in latino, che trovo sempre interessante leggere, perché spesso si trovano insospettate (insospettate per me che son profana, s’intende) parentele tra più specie botaniche.

Uno scorcio dell'orto botanico di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

Uno scorcio dell’orto botanico di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

Le serre

Entrando nelle serre cambiamo decisamente latitudine! Ci si può aggirare tra liane e maestose piante tropicali delle foreste pluviali. Di serra in serra, si passa da un clima all’altro e si possono ammirare, tra le altre piante, orchidee, succulente, cactus oppure specie dell’area mediterranea.
Ci sono anche molte piante i cui frutti, legno, derivati o estratti usiamo comunemente, anche se magari non le sappiamo riconoscere quando ce le ritroviamo davanti. Cacao, caffè, cotone, pepe, capperi, per citarne solo alcune, sono in queste serre ‘mischiate’ con le altre piante. Vicino ad esse ci sono anche delle scatole di legno con alcuni prodotti derivati dalla pianta ed alcune schede informative. Insomma un gioco bellissimo e – siamo sinceri – non solo per i bambini!

Aprendo le scatole si scopre qualcosa sulle piante. In questa immagine il Cedro del Libano, Foto © Laura Manfredi

Aprendo le scatole si scopre qualcosa sulle piante. In questa immagine il Cedro del Libano, Foto © Laura Manfredi

Dulcis in fundo la casa delle farfalle

Una serra è destinata alle farfalle. Qui svolazzano un centinaio (o forse più… difficile farsi un’idea precisa) di farfalle tropicali, appartenenti ad una ventina di specie provenienti da Asia, Africa e Sudamerica. Sono molto belle, con colori sgargianti e alcune davvero grandi. Tanto che quando ti volano accanto, fanno aria. Si sente il rumore delle loro ali se si sta in silenzio, anche se talvolta è un po’ difficile contenere i commenti di meraviglia. Stando particolamente fermi, se siete fortunati una farfalla si poserà su di voi.
In una parte della serra è anche possibile vedere bruchi e bozzoli. Penso che il fascino di questo posto sia proprio vedere così tante farfalle tutte insieme. Per chi si entusiasma per questo tipo di cose (come me) c’è da mettere in conto almeno una mezz’oretta.

Nella casa delle farfalle di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

Nella casa delle farfalle di Innsbruck, Foto © Laura Manfredi

 

Informazioni utili

Botanischer Garten und Schmetterlingshaus
Orto botanico e Casa delle farfalle
Botanikerstraße, Innsbruck
Bus linea A e H dal centro. Fermata Botanikerstraße

I cani non sono ammessi

ORARI

Nel parco
Da novembre a febbraio: dalle 7:30 alle 17:00 (al sabato, domenica e festivi apre alle 8:00)
In marzo: dalle 7:30 alle 18:00 (al sabato, domenica e festivi apre alle 8:00)
Da aprile a ottobre: dalle 7:30 alle 19:00 (al sabato, domenica e festivi apre alle 8:00)
Chiuso il primo gennaio e il 24 dicembre

Nelle serre
Martedì, giovedì e ogni prima domenica del mese dalle 13:00 alle 17:00

INGRESSO
Ingresso nel parco gratuito
Ingresso alle serre: Adulti 2 euro, Bambini, studenti e senior 1 euro

Qui il depliant in italiano dell’orto botanico di Innsbruck