A volte l’ansia gioca brutti scherzi… altre volte ti salva in corner. Avete presente quell’orrenda sensazione che vi pervade e smussa l’apparato nervoso, quando dovete andare da qualche parte e non riuscite a capire dove si possa trovare questa fantomatica terra delle meraviglie? Esattamente in questa situazione mi sono ritrovata un pochino di tempo fa, quando dovevo recarmi ad Igls e puntualmente mi sono persa, alché ho preso il cellulare, ed in preda alla disperazione sullo stile di Bridget Jones, ho googlato “Igls” su GoogleMaps.. Perché alla fine, la guida turistica per eccellenza/ tomtom per i più, salva sempre. E proprio in quel momento ho sentito il coro degli angeli.

EUREKA!!! Salviamo il mondo di Google Maps

Innsbruck, Austria, Google MAPS, Igls, MyIndigo, Selles

Come programmare una giornata con Google Maps.
© Fabiana Villotti

Da questa meravigliosa serata è quindi nata l’idea di andare alla scoperta di Innsbruck usando solo Google Maps. E voi direte, giustamente, scusa, ci vivi da tre anni dovresti anche conoscerla? No?!

E qui, miei cari, vi sbagliate. Pensateci un attimo. Anche se si vive nella stessa città da tempo immemore, è più che assodata la teoria, secondo la quale, esisteranno sempre degli angoli della suddetta che non avete visitato. E qui irrompe prepotentemente Google Maps. Insomma, quell’aggeggio di cellulare serve pure a qualcosa! In fondo Google Maps ci ha permesso di vedere una nuova Innsbruck: quella dei turisti per caso. Quella dei classici turisti come me, che rinunciano alla cartina della città per rivendicare una e si ritrovano puntualmente in un sobborgo di periferia nel bel mezzo della pampa.

Quindi io direi di evitarsi qualsiasi tipo di avventura stile Indiana Jones e usare quell’app. Ammettiamolo che quegli aggeggi ci hanno salvato la vita.

Piano d’azione

Quindi avete capito come funziona la storia? In poche parole, adesso ci facciamo un bel giretto di Innsbruck e vediamo cosa ne esce…

08:00: Buongiorno a tutti! La mattina è sempre un disastro… Comunque vediamo di muoverci e fare qualcosa.

09:00: Adesso venite con me in bus, che vado a Igls.

Ad essere precisi sono le 9:29. Oltre ad avere la comodità di vedere quanto dura il tragitto, si può decidere anche quale mezzo utilizzare… ma in questo caso vi svelo un segreto. Se mi muovo ad Innsbruck e nei dintorni tendo ad usare il sito dei mezzi pubblici della città. Fortunatamente c’è anche l’app.

10:00: Igls

Innsbruck, Igls, IVB, Wilten, Google Maps, Selles, Pangea, Maria-Theresien-Platzt, MyIndigo

Ultimamente ad Innsbruck e dintorni il tempo ha deciso di essere simpatico.
© Fabiana Villotti

Igls è un posticino fantastico, immerso totalmente nella natura e facilmente raggiungibile. Ora, pensate che io sono non poco impedita e che puntualmente perdo l’autobus. Ora, effettivamente Google Maps vi dice quali autobus prendere e calcola la durata del percorso, però se girate ad Innsbruck vi consiglio l’app dei servizi pubblici IVB.

13:00: Io non so voi, ma ho fame … MyIndigo

 

Innsbruck, Igls, Google Maps, MyIndigo, Selles , Pangea,IVB

Sushi, sushi e sushi sia !
© Fabiana Villotti

Io direi che al ritorno da Igls possiamo anche scendere in Marktplatz. Anche perché siamo a due passi dal centro. E parlando di centro… direi proprio che potremmo anche andare a mangiare! Ora, con lo smartphone in mano, sarebbe semplicissimo digitare “Ristoranti Innsbruck”. In effetti è quello che faccio io quando sono a corto di idee, ma se mettiamo il filtro e lo regoliamo in base alla nostra posizione, direi che MyIndigo è un’ottima scelta. Perfetto ristorante per chi cerca qualcosa di veloce, ma buono, rilassato e soprattutto green. Le scelte gastronomiche di MyIndigo sono legate soprattutto ad ambienti asiatici, quindi non mancheranno scelte di bulgur, riso e sushi. Qui è l’ambiente a far da padrone. Un arcobaleno di tessuti e cuscini che colora un angolino di Innsbruck e vi catapulta a Bali.

15:00: Caffè a Pangea

Innsbruck, Austria, Pangea, MyIndigo

Ecco la mia pausa a Pangea.

Vivró anche in Austria, ma il caffè dopo pranzo non me lo toglie nessuno. Largo spazio al buon costume italiano quindi.  E visto che poi il piano propone un giretto in centro, direi che un caffè veloce ci sta. In effetti “Pangea” non è per niente male come proposta. Ed in questo caso, Google Maps vi serve solo per darvi una veloce idea di com’è il locale e se è raccomandato o no. In effetti per i turisti, Google Maps è la scelta migliore. Io stessa lo uso praticamente sempre quando sono in giro. Idee di divertimento veloci, come raggiungerle e se ne valgono la pena. Quindi dicevamo, Pangea, è esattamente di fronte a MyIndigo. Quindi attraversiamo la strada. Non male come locale, assolutamente ha rispettato appieno le mie aspettative. Un luogo accogliente, caldo e profumato,  proprio come una tazza di caffè. Ed ecco la nostra reporter della situazione: al tavolo, con il caffè e lo smartphone. Una nuova era dei caffè viennesi, quei locali dove si raccoglievano filosofi e letterati con tanto di pamphlets  e libri, mentre discutevano di nuove teorie e concetti trascendentale. Di trascendentale in questa situazione odierna, ci sono soltanto io, che googlo “attrazione Innsbruck Centro”.

Innsbruck, Google Maps, Pangea, Igls, Wilten, Tettuccio d'oro, Selles, MyIndigo

Usciamo da Pangea… ma prima torniamo sul ponte #unibrücke e godiamoci il panorama.
© Fabiana Villotti

16:00: Giretto in centro  perché ci sta, sempre.

Il giretto in centro ad Innsbruck è quel qualcosa che ho sempre il piacere di fare. Anche se dopo un po’ impazzisco. La ragione è che io sono una persona molto poco paziente e soprattutto corro sempre, ovunque. Quindi capirete anche voi che l’idea di propormi il giretto in centro a guardare le vetrine, diciamo che non rientra proprio nella mia “to do list”… però uno si adegua e si ingegna. E sapete una cosa? Per la prima volta me la sono proprio goduta. Alchè, dopo aver visto per bene tutti i negozietti sotto i portici vicino al Tettuccio d’oro ho deciso di spostarmi verso la Maria-Theresien-Strasse. E proprio lì si puó ammirare una colonna. Per i più, il basamento è il posto perfetto per mangiare in santa pace il gelato, però a me urtava il fatto di non sapere perché fosse lì. E quindi… googlando ho scoperto che quella è la colonna di Sant’Anna e la fortuna è che Google Maps vi mette anche in diretto contatto con Wikipedia, quindi la figura da Cicerone è più che assicurata!

Austria, Innsbruck, Tettuccio d'oro, Colonna di Sant'Anna, Igls, Google Maps

Cicerone per un giorno? Con GoogleMaps risolvo le mie imbarazzanti lacune di storia.
© TVB Innsbruck / Mario Webhofer

18:00: Vediamo cosa succede a Wilten

Io l’ho sempre detto che in qualche modo Innsbruck mi ha fatto diventare una personcina un po’ più sportiva. Non che sia il nuovo Bolt della situazione, men che meno una nuova Šarapova… però io nel mio piccolo ci provo…. quindi a Wilten, io un giretto ve lo consiglio, perché quel quartiere di Innsbruck é uno dei più caratteristici. Ed ora vi starete chiedendo, perché vi ho nominato gli atleti. L’idea era quella di fare una sessione di jogging urbano, ma visto e considerato che voi siete in vacanza ed io mi sono frantumata una gamba, direi che possiamo rimandare alla prossima. Leopoldstrasse è una delle vie più belle di Innsbruck, probabilmente perché porta direttamente alla piazza. Adoro l’atmosfera che si respira qui: urbana, ma raccolta, easy, non impegnativa e divertente.

21:00: Selles

Austria, Innsbruck, Selles, Igls, Google Maps, Colonna di Sant'Anna, Goldenes Dachl

Arte. Contemporanea, ma pur sempre arte.
© Selles

OK potreste anche darmi della noiosa. In effetti io, al Selles, ho preso dimora. In effetti mi sto anche chiedendo perché pago l’affitto. Ora, prima di passare ai convenevoli e autodefinirmi una Colazerodipendente  (credevate che mi dessi all’alcool?!), direi che un giusto appunto bisognerebbe farlo.

Al Selles io prima ci facevo un salto ogni tanto, ma adesso è diventato un must-do. Perché? vi starete chiedendo… risposta molto semplice. Primo, gloriosamente ho trovato un appartamento che è praticamente attaccato. Secondo, e non per importanza… il Selles ha subito un Extreme Makeover. Quello che era un, già più che ottimo bar, si è completamente rinnovato. Sarà l’aria dandy, sarà l’idea di ritrovarsi in un vero e proprio salotto…oppure la carta delle bevande, che se l’hanno incorniciata un motivo più che valido c’è. Comunque sta di fatto, che se non digitate su Google Maps Selles, io vi vengo a prendere… e poi ci andiamo insieme.

Austria, Innsbruck, Selles, Igls, Colonna di Sant'Anna, Pangea

Sulla falsa riga di uno stile dandy, misto classico e che mi ricorda… forse per la lampada, Hemingway.
© Selles

Bene, gente questo è stato quello che ho combinato nel giro di 24h nei dintorni di Innsbruck. Come vedete è semplicissimo ed io la trovo una bellissima trovata per passare un pomeriggio in allegria. Anche preparandolo in maniera molto spontanea ne può uscire una bellissima idea, per divertirsi allegramente e scoprire angoli del centro storico e dei dintorni a cui non si aveva mai fatto caso. In fondo tutto quello che vi serve è un cellulare e la connessione internet, che in certe parti della città è aperta e gratis. Un modo intelligente ed interattivo per scoprire le bellezze di questo piccolo angolo di paradiso.

 

Contatti

MYINDIGO RATHAUS

Lunedì-Sabato 11:00-22:00

Domenica 12:00-21:00

Stainerstraße 3, 6020 Innsbruck

+43 (0)512319140

SELLES WOHNZIMMER
Fürstenweg 5, 6020 Innsbruck
0660 6506189

https://m.facebook.com/pg/sellesibk/community/?mt_nav=1

 

PANGEA

Adolf-Pichler-Platz 2

EMail:office@pangea.bar

+43 (0) 512 93 83 25

Orari:

Lunedì-Mercoledì: 11:00 a 00:00

Giovedì-Venerdì :11:00 a 01:00

Sabato: 11:00 a 01:00

Chiuso la domenica e nei giorni feriali