Lo spazio espositivo FO.KU.S di Innsbruck, propone fino a luglio, un’esposizione di un mostro sacro della fotografia italiana: Gianni Berengo Gardin. La mostra è intitolata ‘Storie di un fotografo’ ed espone una cinquantina di immagini che ritraggono l’Italia, scattate dal celebre fotografo tra il 1950 e oggi. Entrando in mostra peraltro vi accorgerete di aver già visto alcuni di questi scatti su giornali, riviste o libri (magari senza sapere che fossero suoi), che sono ormai parte della nostra cultura.

Gianni Berengo Gardin: la foto 'Pausa di lavoro' del 1987, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016, Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Gianni Berengo Gardin: la foto ‘Pausa di lavoro’ del 1987, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016, Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

La potenza di una storia in ogni scatto

Attraverso una carrellata delle sue caratteristiche foto in bianco e nero, Gianni Berengo Gardin racconta l’Italia e la sua vita quotidiana, le sue città come Milano e Venezia, le sue campagne, come quelle della pianura padana, dagli anni ’50 e dal boom economico fino ai giorni nostri. Ne esce una visione talvolta un po’ nostalgica dell’Italia, sempre interessante, con immagini che hanno il potere evocativo di raccontare una storia in un istante, attraverso una struttura compositiva decisa e raffinata al tempo stesso, che molto deve al francese Henry Cartier Bresson, che, insieme all’americana Dorothea Lange, sono considerati dall’autodidatta Berengo Gardin ‘i suoi maestri’.

Gianni Berengo Gardin: la foto 'Venezia' del 1960, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016, Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Gianni Berengo Gardin: la foto ‘Venezia’ del 1960, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016, Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Un fotografo in viaggio per l’Italia

Di Italia e di storie italiane ne ha viste molte Gianni Berengo Gardin, perchè ha girato in lungo e in largo la penisola per realizzare i servizi fotografici del Toruing Club Italiano. Nato nel 1930 a Santa Margherita Ligure, ha un forte legame con Venezia – di cui vedrete molte fotografie in mostra – dove i genitori avevano un negozio, e con Milano, che è la città dove vive. Tra gli altri ci sono anche scatti di Roma, della Sicilia, dell’Aquila dopo il terremoto,  delle campagne italiane, dei manicomi italiani, delle feste e delle cerimonie, delle enormi navi da crociera che attraversano la laguna di Venezia per raggiungere il mare aperto. Le sue fotografie sono state pubblicate in oltre 250 libri e su riviste come Time, Vogue e Stern.

Gianni Berengo Gardin: la foto 'Lido di Venezia' del 1959, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016, Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Gianni Berengo Gardin: la foto ‘Lido di Venezia’ del 1959, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016, Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Fotografie che si fanno ricordare

La mostra è ricca di immagini che colpiscono per la loro equilibrata delicatezza e per la capacità di aver colto l’attimo. Vedrete voi stessi e vi accorgerete di come alcune di esse (per i più diversi motivi), vi resteranno impresse nella memoria e saranno un insolito souvenir italiano del vostro viaggio a Innsbruck.

Gianni Berengo Gardin 'Le grandi navi' del 2013, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016 Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Gianni Berengo Gardin ‘Le grandi navi’ del 2013, in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016 Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

FO.KU.S, spazio alla fotografia

Questa mostra è stata realizzata in collaborazione con la Fondazione FORMA per la Fotografia di Milano. Lo spazio espositivo FO.KU.S della banca del Tirolo e Voralberg BTV, espone per la prima volta in Austria le opere di Gianni Berengo Gardin, consolidando la sua vocazione a dare spazio alla grande fotografia internazionale (ho già parlato delle mostre dello spazio FO.KU.S qui) e portandola nella capitale delle alpi.

Ritratto di Gianni Berengo Gardin. Le sue foto sono in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016 Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Ritratto di Gianni Berengo Gardin. Le sue foto sono in mostra allo spazio FO.KU.S di Innsbruck 2016 Courtesy Fondazione FORMA per la Fotografia

Informazioni utili

Gianni Berengo Gardin
‘Storie di un fotografo’
19 maggio – 30 luglio 2016

Spazio FO.KU.S – Foto Kunst Stadtforum
Stadforum 1 – Erlerstrasse
Innsbruck
www.btv-fokus.at

La mostra è aperta:
Dal lunedì al venerdì, dalle 11.00 alle 18.00
Sabato dalle 11.00 alle 15.00
Ingresso libero