Picasso arriva a Innsbruck. E ci arriva con un’opera significativa. Ha infatti inaugurato da poco all’Hofburg di Innsbruck, la residenza imperiale del capoluogo tirolese, la mostra ‘Guernica, Ikone des Friedens’, Guernica, icona di pace. La mostra sará aperta fino al 2 novembre 2018.

La storia di Guernica

La prima sala espone il punto centrale della mostra: il cartone di Guernica. A scanso di equivoci, mi sembra utile raccontare un po’ di che cosa si tratta.
Il motivo del quadro infatti é noto, anzi notissimo. La Guernica di Picasso é uno di quei quadri che riconosciamo tutti e da alcune ‘classifiche’ viene messo tra i dieci quadri piú famosi al mondo. Ma forse non tutti conoscono la storia che sta dietro alla realizzazione del quadro.
Guernica é il nome di una cittadina basca che il 26 aprile 1937 venne bombardata ad opera dell’aviazione militare tedesca. In questa azione fu colpita la popolazione civile e in particolar modo le donne e i bambini.
Picasso, che stava preparando un’opera per rappresentare la Spagna all’Esposizione Universale di Parigi, una volta saputo dell’accaduto, decise di dipingere la sua Guernica e realizzó così un grande dipinto a olio, della lunghezza di 8 metri.

Il cartone per l’arazzo di Guernica di Picasso, in mostra all’Hofburg di Innsbruck. Foto © Laura Manfredi

Il successo di Guernica nel mondo

L’opera di Picasso ebbe un grande successo. Essa racchiude un linguaggio pittorico nuovo e un messaggio morale e sociale forte.
Dopo Parigi, l’opera viaggia tra il nord Europa e l’America e resta esposta per lungo tempo al Museum of Modern Art di New York.
Ritorna in Spagna nel 1981 e oggi si trova esposto al Museo Reina Sofia di Madrid.

Dimostrazione della realizzazione di un arazzo a partire da un cartone di Picasso ad opera di Elfi Baumgartner, in mostra a 'Guernica, icona di pace', Hofburg Innsbruck. Foto © Laura Manfredi

Dimostrazione della realizzazione di un arazzo a partire da un cartone di Picasso, ad opera di Elfi Baumgartner, in mostra a ‘Guernica, icona di pace’, Hofburg Innsbruck. Foto © Laura Manfredi

Il cartone dell’arazzo di Guernica

La tempera su cartone che é esposta a Innsbruck fu realizzata nel 1955, 18 anni dopo il dipinto.
Infatti Nelson A. Rockefeller, chiese a Picasso di dipingere ‘di nuovo’ per lui una Guernica.
Picasso non accettó, ma propose di far realizzare un arazzo che riproducesse l’opera. Così ebbe inizio la collaborazione con l’artista francese Jacqueline de la Baume Dürrbach, che si occupó di tessere l’arazzo.

Per poter tessere l’arazzo erano peró necessari dei cartoni, che sono quelli che si trovano in mostra. I cartoni sono stati realizzati a Parigi e ‘rilavorati’ da Picasso.
Lui stesso si occupó di scegliere le undici tonalitá cromatiche per la realizzazione dell’arazzo, che si discosta così dal dipinto non solo per le dimensioni inferiori, ma anche per i colori, visto che il dipinto é in bianco e nero.
L’arazzo realizzato con questi cartoni si trova all’ingresso della sala del Consiglio di Sicurezza dell’ONU a New York.

Una sala della mostra 'Guernica, icona di pace', Hofburg Innsbruck. Opere di (da sin. a dx.): Richard Kaplenig, Xenia Hausner, Erwin Wurm. Foto © Laura Manfredi

Una sala della mostra ‘Guernica, icona di pace’, Hofburg Innsbruck. Opere di (da sin. a dx.): Richard Kaplenig, Xenia Hausner, Erwin Wurm. Foto © Laura Manfredi

Una sala della mostra 'Guernica, icona di pace', Hofburg Innsbruck. L'opera 'il Nascondiglio' di Luca Coser. Foto © Laura Manfredi

Una sala della mostra ‘Guernica, icona di pace’, Hofburg Innsbruck. L’opera ‘Il Nascondiglio’ di Luca Coser. Foto © Laura Manfredi

Non solo Picasso: 33 artisti e lo street artist HNRX riflettono sui temi di Guernica

Nelle sale successive dello spazio espositivo, sono in mostra opere di 33 artisti contemporanei austriaci e del Sud Tirolo. Si tratta di opere dedicate ai temi della guerra e della pace, temi centrali nel dipinto di Guernica. L’esposizione di opere contemporanee, viene vista secondo gli organizzatori della mostra, come un ponte nel presente. I temi antichi di pace e guerra, centrali nel dipinto di Picasso, si ritrovano nelle 33 opere in mostra. E questa riflessione artistica coincide con il centenario della fine della prima guerra mondiale.
Nel cortile dell’Hofburg invece c’è l’opera dello street artist HNRX, che ha dipinto un container con i motivi classici della sua ‘paletta iconografica’, questa volta però in versione bianco e nero, in omaggio a Guernica.

Una sala della mostra 'Guernica, icona di pace', Hofburg Innsbruck. L'opera di Eva Schegel. Foto © Laura Manfredi

Una sala della mostra ‘Guernica, icona di pace’, Hofburg Innsbruck. L’opera di Eva Schegel. Foto © Laura Manfredi

 

Il graffito dello street artist HNRX dedicate a Guernica, nel cortile dell'Hofburg di Innsbruck. Foto © Laura Manfredi

Il graffito dello street artist HNRX dedicato a Guernica, nel cortile dell’Hofburg di Innsbruck. Foto © Laura Manfredi

In mostra opere di:

Elfi Baumgartner | Éva Bodnár I Gotthard Bonell | Julia Bornefeld | Robert Bosisio I
Italo Bressan | Anton Christian | Livio Conta | Luca Coser | Arnold Mario Dall’O I
Christian Eisenberger | Maria Hahnenkamp | Ilse Haider | Xenia Hausner | Julie Hayward I Gottfried Helnwein | Richard Kaplenig | Peter Kohl | Brigitte Kowanz | Suse Krawagna I Elke Silvia Krystufek | Georg Loewit | Ivo Mahlknecht | Hermann Nitsch | Oswald Oberhuber I Jos Pirkner | Martin Pohl | Peter Pongratz | Paul Renner | Eva Schlegel | Hubert Schmalix I Simone Turra | Erwin Wurm
Nel cortile dell’Hofburg un’opera di HNRX.

Il cortile dell'Hofburg di Innsbruck, la residenza imperiale che ospita nelle sue sale la mostra 'Guernica, icona di pace'. Foto © Laura Manfredi

Il cortile dell’Hofburg di Innsbruck, la residenza imperiale che ospita nelle sue sale la mostra ‘Guernica, icona di pace’. Foto © Laura Manfredi

Informazioni utili

Guernica, Ikone des Friedens
21 settembre – 2 novembre 2018
Hofburg
Rennweg 1/3, Innsbruck

Orari
Aperta ogni giorno dalle 9 alle 17
Il 5 ottobre la mostra non è visitabile.
Il 6 ottobre, in occasione della notte bianca ‘Lange Nacht der Museen’, l’Hofburg è aperto fino all’una di notte.

Biglietti
Ingresso all’Hofburg e alla mostra ‘Guernica, icona di pace’:
intero 7 euro
ingresso gratuito fino a 18 anni e con la Innsbruck Card