E’ diventato un grande trend, quello dei libri da colorare per adulti. La tendenza è nata in America e si è diffusa velocemente nel resto del mondo. Ed ora su questo fenomeno si esprimono associazioni come ‘The American Art Therapy Association’ enumerando i benefici del colorare: l’attività è rilassante e lascia libero sfogo alla creatività. La praticano con entusiasmo persone di tutte le età, da manager ‘stressatissimi’ a pensionati.

Colorare al Museo

Così, in pieno trend, i Tiroler Landesmuseen di Innsbruck hanno deciso di pubblicare un loro libro da colorare, decisamente speciale.
Si intitola ‘Mit Mandalas durchs Volkskunstmuseum’ (Con i Mandala a spasso per il Museo di Arte Popolare) ed è una brillante idea che dà spazio alla creatività e fornisce informazioni sugli oggetti della collezione.

Il libro da colorare del Volkskunstmuseum di Innsbruck - Foto © TLM

Il libro da colorare del Volkskunstmuseum di Innsbruck – Foto © TLM

31 Mandala da colorare

I 31 Mandala in bianco e nero del libro sono infatti dettagli decorativi dei pezzi esposti, scelti da Sonja Fabian, divulgatrice culturale del museo. Si trovano dappertutto: dipinti su ceramiche, lavorati nel metallo o intagliati nel legno su mobili e oggetti d’uso comune, come piatti, culle, arcolai, bauli e sedie.

Ecco uno dei mandala del libro: è il motivo decorativo di una sedia! - Foto © Laura Manfredi

Ecco uno dei mandala del libro: questo ‘nodo infinito’ è un motivo decorativo che si trova in moltissime culture. Qui è usato per lo schienale di una sedia tirolese! – Foto © Laura Manfredi

Come una caccia al tesoro

Ci sono due modi di usare il libro al museo. Si può aprire i risguardi di copertina e seguire le mappe con gli oggetti, dislocati secondo due percorsi di vista.
Oppure (molto più divertente) si può andare a zonzo tra le vetrine, col libro alla mano e vedere se si riesce ad individuare tutte le illustrazioni del libro.
Questa seconda opzione non è per niente facile. Io mi sono accorta di come si guardano distrattamente gli oggetti quando si visita un museo.

Questo stampo per dolci ha un motivo classico ispirato ad un serpente Foto © Laura Manfredi

Questo stampo per dolci ha un motivo classico ispirato ad un serpente, forse un tipo di vipera, presente in tante leggende popolari della zona –  Foto © Laura Manfredi

Scoprire gli oggetti

Attraverso questa ‘caccia al mandala’ ho scoperto dettagli che ad una prima vista dell’oggetto mi erano sfuggiti. Leggendo poi il breve testo (in tedesco) che sta a fronte di ogni mandala nel libro, si trovano informazioni sul significato e uso di quel preciso motivo.
Infatti queste decorazioni spesso non avevano solo uno scopo estetico, ma anche un significato simbolico e fornivano informazioni sull’oggetto e sul suo proprietario, come ad esempio lo strato sociale o il credo.

Ecco un motivo geometrico che decora la culla per un neonato. La culla di solito faceva parte della dote di una fanciulla - Foto © Laura Manfredi

Ecco un motivo geometrico che decora la culla per un neonato. La culla, di solito, faceva parte della dote di una fanciulla – Foto © Laura Manfredi

Fuori i pastelli!

E’ venuto il momento di colorare. Per chi è impaziente, nelle aree relax del museo ci sono pastelli a disposizione dei visitatori. Per chi ha un’indole bucolica consiglio invece di andare a colorare all’Hofgarten, il bel giardino botanico a due passi dal museo.

Questo libro è anche una buona idea per chi è a caccia di souvenir originali per amici e parenti. Lo trovate nel bookshop del museo a 9,90 euro oppure online (tra le informazioni utili trovate il link).

Colorare all'Hofgarten - Foto © Laura Manfredi

Perché non andare a colorare all’Hofgarten? – Foto © Laura Manfredi

Informazioni utili

Il libro ‘Mit Mandalas Durchs Volkskunstmuseum’ (9,90 euro) è disponibile al bookshop dei Tiroler Landesmuseen oppure online qui.

Tiroler Volkskunstmuseum
Universitätsstrasse 2, 6020 Innsbruck
aperto da lunedì a domenica, dalle 9 alle 17

Biglietti

Ingresso intero: 11 euro
(Valido per visitare il Volkskunstmuseum, il Ferdinandeum, il Tirol PanoramaZeughaus e la Hofkirche)
Ingresso ridotto: 8 euro
(Over 65, studenti fino a 27 anni, gruppi da 10 persone, Tiroler Familienpass, ÖBB Vorteilscard, Ö1 Club Card)
Ingresso gratuito
(Bambini e ragazzi fino a 19 anni, con la Innsbruck Card, soci ICOM, Freizeitticket Tirol)